Le mie mani ti versano da bere,
tu guardi le mie esili dita intorno al bicchiere
ma il tuo occhio fugge
e riluce su morbide linee..
Il lume si affievolisce mentre stendi la mano.
Hai sete…
sfiori il bicchiere,
lo prendi,
dolcemente lo porti alle labbra..
un sorso calmo
mentre avido continui a fissare me..



7 Commenti to “Un sorso”

  1.   geco Says:

    Mia cara fanciulla, certo che sono tornato, ho fatto ritorno in questo luogo alquanto piacevole, dove nutro la mia mente, sempre strisciante, con le tue parole in versi:DD

    Spero che il tuo buon cuore abbia suggerito alla tua mente di potermi perdonare, ciò mi renderebbe meno strisciante, almeno ai tuoi occhi:)

    Per gli altri lo sono e lo rimango, e come tale mi considerano, il tuo ospite Sky è rimasto anch’esso toccato dal mio sproloquio.

    Non è mia intenzione portare offese, e se ciò è risultato palese ai suoi occhi me ne scuso.

    La cultura e le buone maniere, pur diversificate tra esse sono comunque elementi dai quali mai, e dico mai, ce ne dobbiamo esimere.

    Diverse lacune colpiscono la mia mente strisciante, ma cerco di sopperire, per quanto mi è possibile:DD

    Lascio, anche oggi questo paradisiaco luogo, e ritorno a strisciare nella terra nuda, anche se devo ammettere che la candida neve indirizzisce il mio corpicino, brrrrr….che freddo….:DDDD porgo i miei ossequi a te dolce fanciulla ed un simpatico saluto all’ospite Sky:)

    geco

  2.   Sky Says:

    Personalmente non penso di dover rassicurare nessuno, tantomeno D.I. e, sempre personalmente, ho soltanto poco gradito il giudizio che mi coinvolge come commentatore.
    Stai sulla terra nuda o arrampicati dove vuoi ma entrando in casa d’altri non è carino parlar male degli ospiti, ed anche questo non è un fatto di cultura, ma di educazione.
    Saluto… con simpatia :)

  3.   geco Says:

    Come volevasi dimostrare i tuoi commentatori sono corsi a rassicurarti, e questo appare lodevole da parte loro.

    Come il loro, quasi disprezzo, per un povero geco strisciante che gode dell’altrui conoscenza.

    In questo caso non c’entra nulla la cultura, ma è divertente vedere come gli uomini si prostano dinanzi ad una fanciulla che, per mio dispiacere, si è risentita per il mio sproloquiare.

    Porgo mille scuse e, con il mio fare strisciante abbandono questo luogo paradisiaco per tornare sulla terra nuda.

    A presto mia fanciulla, che sogni luminosi accompagnino le tue notti.

    geco

  4.   Sky Says:

    Cavoli…c’è qualcuno che ha capito tutto di te e di noi che commentiamo in un colpo solo… resto momentaneamente sbalordito… ma non concretamente… e la mia attenzione fugge, e alzando lo sguardo dalla dimensione strisciante, godo del tuo calice… riflesso nell’altro.

  5.   Aly Says:

    Mi hai fatto sorridere…

    del resto chi vuoi che si interessi di un geco?

    Sarà invidia… non curartene

    Aly

  6.   Aly Says:

    vorrei toccare quel bicchiere…

    sfiorarne l’orlo e sentirne la curvatura…

    osservare le tue curve attraverso il vetro…

    berne il contenuto e….

    …Aly

  7.   geco Says:

    Striscio

    mi protraggo

    mi sorreggo

    mi espongo

    mi esorto

    mi rompo

    mi offri da bere

    e allora???

    striscio

    ma non sui tuoi versi, che pretendono di esserlo, ma striscio su tali sciocchezze.

    Mi spiace dirtelo, ma non sai scrivere con incisione, le frasi povere e inefficaci non producono alcuna emozione, se non un momentaneo sbalordimento poco concreto.

    Impegnati mia cara, e non lasciarti trastullare dai commenti poco veritieri, costoro vogliono soltanto adularti impropriamente.

    Tu sai fare di meglio.

    Perdonami, se puoi, per la mia verità.

    geco