Una carenza di comunicazione,

mi ha portato ad interiorizzare

i miei sentimenti.

Mi sono resa conto nel tempo

di avere qualcosa di speciale,

mi sentivo un pò strega

e andavo alla ricerca

di maghi in ogni angolo del paese,

gente in gamba, amanti.

Uomini di cui potessi percepire i palpiti.

Esseri in grado di sentire la penna sulla carta

ed emozionarsi per una macchia d’inchiostro

su una pagina bianca.

Maschi che vedevano come me,

le particelle di cui è composta l’aria,

e sapevano coglierne i diversi colori.

Gente che mi faceva sentire viva.

La ricerca è stata la manifestazione

di un “io” silenzioso e solitario.

Ecco perchè continuo a scrivere:

è l’unico modo

in cui posso

lasciarmi andare,

l’unico in cui

mi sento libera

di essere me!



4 Commenti to “Un pò strega”

  1.   Mangiatore di anime Says:

    Un viaggio simile a molti. Alla ricerca di amore e libertà. Alla ricerca di noi stessi per poter essere veramente soddisfatti della vita. E a volte quella “vita” la imprimiamo con forza o con dolcezza su un foglio di carta bianca.

    Un abbraccio.

  2.   Sky Says:

    Chissà se lungo il tuo viaggio hai mai incontrato l’uomo di cui parli, quell’uomo in grado di ascoltare quel tuo “io” silenzioso, capace di guardare oltre quella maschera da strega e svelare e godere della tua vera.. e speciale.. essenza di donna.

  3.   killer Says:

    ti sei resa conto di essere speciale?

    una cosa che leggo spesso

  4.   Aly Says:

    Un pò strega… tanto donna..

    Che sei un pò speciale… si sente dalle emozioni che traspirano da quello che scrivi…

    Tu cerchi nelle sfumature di un tramonto quello che pochi vedono…

    Tu senti in un cuore quei battiti distratti che fanno emozionare…

    Tu ami guardare e cercare il bello nelle piccole cose che sfuggono ai più…

    Sei dolce e inquieta

    Un bacio

    …Aly